Notizie dal ponte- Aprile

NOTIZIE DAL PONTE

La newsletter mensile dei pescatori artigianali europei

Aprile 2016

 

PRINCIPALI EVENTI DEL MESE

 

 

Incontro con le parti interessate del Mare del Nord in Danimarca

LIFE ed i rappresentanti di due dei suoi membri, FSK. Foreningen for Skånsomt Kystfiskeri e foto1NUTFA, hanno partecipato all’evento “Slow Fish e il Mare del Nord” che ha avuto luogo in Danimarca dall’8 al 10 Aprile. L’incontro, organizzato da Slow Fish ed ospitato dalla comunità di pescatori di Thorupstrand, è stato un’occasione per visitare le infrastrutture di sbarco e di trasformazione, di scambiare buone pratiche e di svolgere una riflessione multidisciplinare tra pescatori, produttori, ricercatori ed associazioni su diverse tematiche particolarmente rilevanti per I Mari del Nord come l’aquacoltura, le iniziative locali, il mercato e la gestione delle risorse.

L’incontro è stato il punto di partenza di un lavoro collettivo più ampio di creazione di reti e collaborazioni che si svilupperà nei mesi futuri con le comunità di pesca e le parti interessate nel qualdro dell’evento Terra Madre che si svolgerà a Torino a settembre 2016.

 

LIFE diventa membro del Consiglio Consultivo per il Mediterraneo

La candidatura di LIFE per diventare membro del MedAC è stata accettata. Il MedAC è il consiglio foto2che riunisce le organizzazioni e le associazioni di settore nazionali ed europee per fornire raccomandazioni alla Commissione ed agli Stati Membri sulla gestione della pesca. Con questo posto nel Consiglio i pescatori artigianali che lavorano in maniera sostenibile nel Mediterraneo potranno far sentire la propria voce ai livelli decisionali ed influenzare le politiche di gestione del settore nella Regione.

 

LIFE invitata dalla Commissione Europea per il lancio della nuova strategia per il Mediterraneo

 Il 27 LIFE ha partecipato al lancio della nuova strategia per il Mediterraneo da parte del foto3Commissario Karmenu Vella al più grande evento europeo del settore, il Seafood Global Expo à Bruxelles.

Il Mar Mediterraneo soffre ancora di un declino degli stock nonostante gli sforzi per la conservazione dei legislatori e dei pescatori. Per questo motivo la Commissione, preoccupata del futuro di migliaia di pescatori, ha deciso di concentrare la sua prossima campagna politica sulla Regione.

Christian Decugis, Direttore di LIFE per il Mediterraneo, è stato intervistato dai giornalisti ufficiali dell’evento ed ha ricordato il ruolo fondamentale svolto dai pescatori artigianali, il loro impegno storico nell’utilizzo tecniche di pesca sostenibili e la necessità di processi decisionali maggiormente inclusivi.

 ALTRE NOTIZIE DALL’EUROPA

 

  • LIFE ha partecipato all’evento inaugurato dal Commissario UE Karmenu Vella “L’innovazione nella Blue Growth: Lancio dei Bandi per la Blue Growth nel quadro del FEAMP” che ha avuto luogo a Bruxelles il 5. L’evento si è focalizzato sui nuovi bandi per un ammontare di 7,5 milioni di euro disponibili per investimenti. Per LIFE è stata un’occasione per identificare nuove opportunità di finanziamento per i propri membri, per stabilire nuovi contatti con potenziali partner al livello locale ed europeo e per richiedere una maggiore attenzione per la pesca artigianale nel quadro della Blue Growth.

 

  • Il 18 Il Direttore Esecutivo di LIFE, Jeremy Percy, è stato intervistato dalla radio BBC per discutere dell’attuale situazione per la piccola pesca in Gran Bretagna alla luce delle elezioni locali e del prossimo referendum sull’adesione all’UE e per spiegare gli ultimi sviluppi sulle politiche di gestione nazionali ed europee ed i relativi impatti sul settore in Gran Bretagna ed Europa nel futuro prossimo.

 

  • Lo stesso giorno la Coordinatrice di LIFE, Laura Calinoiu, è stata invitata a partecipare a Parig come giurato al concorso gastronomico organizzato da SeaWeb con lo Chef Olivier Roellinger (Francia 3* Michelin). Il concorso, volto a sensibilizzare i giovani chef sulla tutela delle risorse marine e sull’utilizzo di pesce fresco e sostenibile, ha visto la partecipazione di diverse parti interessate quali rivenditori, chefs, ONG, scienziati e rappresentanti delle Istituzioni Europee. Una tappa successiva del concorso ha avuto luogo due giorni dopo a Somonimo, in Polonia, dove rappresentanti dell’associazione polacca membro di LIFE Srodkowopomorska hanno partecipato come giurati.

 

  • Il Direttore Esecutivo di LIFE il 19 ha avuto una riunione virtuale con ricercatori universitari che svolgono progetti di ricerca sui cambiamenti nella gestione della pesca a seconda del contesto amministrativo nella quale questa è attuata.

 

  • Il 19 La Commissione Pesca del Parlamento Europeo ha organizzato il seminario “Il Mar Mediterraneo: stato degli stock ittici e strategie per la conservazione e per la gestione della situazione socio-economica del settore”. Durante la maggior parte dell’evento, numerosi oratori, parlamentari e parti interessate hanno riconosciuto l’importanza della piccola pesca per le comunità costiere. Il personale di LIFE è rimasto soddisfatto dal crescente riconoscimento dell’importanza e del valore della piccola pesca e dell’interesse mostrato dalla Commissione e dal Parlemento per LIFE come piattaforma di rappresentanza della voce dei pescatori artigianali.

 

  • Gruppo d’Azione sui Rigetti- Londra. Il Direttore Esecutivo di LIFE ed il Presidente di NUTFA hanno partecipato al Gruppo d’Azione sui Rigetti facilitato da Seafish il 21 Aprile al fine di contribuire al dibattito sull’evoluzione dell’obbligo di sbarco e le sue possibili conseguenze.

 

  • LIFE incontra l’Asia: il 26 LIFE ha incontrato una delegazine di imprenditori giapponesi che stanno ricostruendo l’area di Tohoku devastata dopo la tsunami. L’incontro ha permesso di presentare LIFE come modello di piattaforma europea, di scambiare buone pratiche e di spiegare le strategie messe in atto per potenziare le azioni locali, il settore pesca e la gastronomia.

 

  • Parallelamente, il Direttore Esecutivo di LIFE ed il rappresentante della Campagna Oceani di Greenpeace hanno incontrato la Baronessa Bryony Worthington (Direttore Europeo dell’Environmental Defense Fund) alla Casa dei Lord a Londra. Il Direttore ha specificato la sua preoccupazione sul sistema di gestione dei diritti di pesca (quote di cattura) sostenuto da EDF che ha dimostrato di generare danni innegabili al tessuto sociale ed alla sostenibilità socio-economica di molte comunità costiere.

 

  • L’incontro di cui sopra è stato seguito, il 28, da una riunione virtuale con la New Economics Foundation che lavora anch’essa sulle minacce poste da alcuni sistema di gestione dei diritti di pesca.

 

  • Il 28 il Direttore Esecutivo ha anche incontrato Succourfish, una ditta inglese specializzata nei sistemi di monitoraggio, di raccolta di dati e di registrazione delle catture tramite sistemi hardware e software. LIFE sostiene e promuove gli investimenti in questo settore a vantaggio dei sui membri e della flotta europea.

 

  • Il 29 il Direttore Esecutivo ha avuto una riunione virtuale sui valori della leadership relativamente alla rappresentanza della pesca costiera con dei ricercatori universitari.

 

  • Lo stesso giorno ha incontrato la ditta inglese di prodotti ittici Youngs Seafood per discutere di un approccio coordinato per migliorare la selettività degli attrezzi e ridurre la pesca accessoria come richiesto dall’Unione Europea.

NOVITA DAI NOSTRI MEMBRI

  • NetVISwerk elegge un nuovo Presidente

L’organizzazione belgo-olandese di piccola pesca NetVISwerk ha scelto un nuovo Presidente: Albert Jan Maat. È stato Presidente dell’Unione Nazionale degli Agricoltori ed ha lavorato presso il Parlmaento Europeo come rapporteur per il Piano di Gestione dell’Anguilla. Con Albert Jan Maat, NetVISwerk aumenterà la sua rete nazionale ed europea e lavorerà con l’Unione degli Agricoltori a Bruxelles. Le due organizzazioni stanno già collaborando sulla necessità di creare una lista delle Specie Invasive e l’Unione degli Agricoltori è intenzionata a sostenere i pescatori artigianali di LIFE in Europa.

 

  • La Piattaforma Francese fà sentire la propria voce nella stampa

Il 12 Aprile la Piattaforma Francese PPPAF (Plateforme de la Petite Pêche Artisanale Française) ha pubblicato un comunicato stampa sottolineando le proprie preoccupazioni sulla gestione della pesca in Francia. L’articolo, pubblicato sul giornale Le Marin ( http://goo.gl/G3nsWm ) , mette in luce gli oneri amministrativi ai quali sono sottoposti i pescatori, l’attribuzione poco chiara delle quote di pesca ed i meccanismi di gestione delle OP non trasparenti. PPPAF non chiede un’esenzione totale della pesca artigianale ma misure di gestione più adeguate.

 

BENVENUTI A BORDO!

 

Oltre ai membri che sono entrati nella piattaforma dall’inizio del 2016, da questo mese le organizzazioni seguenti sono ufficialmente parte di LIFE :

 

  • Union des Communautés des Prud’hommes Pêcheurs Méditerranéens (UCPPM – Francia)

 

UCPPM_logo_3 1Le Prud’homies sono comunità di pescatori artigianali che si sono sviluppate sulla costa francese del Mediterraneo dai tempi del Medio Evo e che hanno creato sistemi di regolamentazione e gestione autonomi della pesca locale. L’UCPPM, creata nel 2015, è l’associazione ufficiale che rappresenta la voce 300 pescatori Prud’hommes (per 250 imbarcazioni di meno di 10 metri) e che ha tra i suoi obiettivi la promozione di pratiche di pesca sostenibili e lo sviluppo di politiche appropriate alla flotta ed all’ambiente locali.  Benvenuti a LIFE!

 

 

  • Asociación para la defensa de la pesca artesanal del Mediterráneo (ADPAM – Spagna)

AdpamADPAM è un’associazione creata nel 2008 che rappresenta le comunità di pesca della Spagna, in particolare delle Province di Castellὸn e della Catalogna, sulla costa del Mediterraneo. Ad oggi rappresenta 40 pescatori (per 40 imbarcazioni) e mira ad assicurare la creazione di politiche europee per una gestione sostenibile degli stock del Mediterraneo. LIFE è lieta di dare il bevenuto all’ADPAM come membro attivo della Regione del Mediterraneo!

 

Questa newsletter è solo una selezione delle attività esterne di LIFE. Oltre a queste ultime, il personale di LIFE in Gran Bretagna, Belgio e Spagna lavora su numerose pratiche del settore e sviluppa continuamente politiche e attività a favore di una pesca artiginale sostenibile.

I nostri Direttori Regionali, tutti pescatori artigianali, lavorano anch’essi ogni giorno per promuovere I valori ed i benefici della pesca costiera.

Desiderate informazioni aggiuntive su eventi specifici, progetti o iniziative? Non esistate a contattarci a communications@lifeplatform.eu o seguiteci su Facebook ( Low Impact Fishers of Europe ) e Twitter  ( @LIFEplatformEU )